Intorno alla Lussuria Futurista

L'immagine mostra due volti femminili. Uno in basso a sinistra a colori in cui sono visibili solo gli occhi, un altro di tre quarti in bianco e nero sulla destra. Il titolo, di colore fucsia scuro si trova sulla sinistra su sfondo bianco

Dioniso Legami è il titolo dell’e-book del saggista Vitaldo Conte presso Tiemme Edizioni Digitali. “Il manifesto futurista della Lussuria (1913) di Valentine de Saint-Point è la premessa per Dioniso Legami – scrive l’autore – Nel percorso entrano come Eros-Letture la vita-opera del Marchese de Sade e di Aleister Crowley, ma anche corpi e narrazioni fantastiche del desiderio, in cui Dioniso “lega” insieme vita-arte-letteratura”.

Conte attraversa nell’e-book suoi scritti pubblicati su varie riviste.

La declinazione della rosa

Il testo iniziale è sulla Lussuria Futurista. Conte presenta la sua Rosa Lussuria, titolo dell’esposizione che ha curato a Lecce nel 2010. Nel catalogo c’era una poesia (riportata nell’e-book) di Carmelo Strano, dedicata Alla rosa di Vitaldix (offerta a Valentine de Saint-Point): “amo la rosa che colsi e che voglio cogliere / rosă / ti invoco Valentine vocativa-evocativa leggera sollevata-levata dall’accento breve come petalo al vento”.

Infine Conte propone l’ipotesi del Porno-Futurismo persino con un collegamento con la porno-star Moana Pozzi (a cui dedica la copertina). L’e-book esce in coincidenza con la data di morte di lei (15 settembre 1994).

Da Valentine a Moana

Roberto Guerra, visionario autore trans-futurista, “vede” una traslazione erotico-virtuale tra la futurista Valentine e Moana che indica come possibile erede. Per lui «La futurista Valentine de Saint-Point, amazzone e scrittrice, è per le donne del futuro – cioè oggi – bambola infinitamente più viva, animata e libera di tutto il femminismo virile e matriarcale contemporaneo».

A questa ipotesi di Porno-Futurismo Conte ha collegato la figura di Valentine con rimandi alla Valentina disegnata da Guido Crepax. Scrive: “Qui il Porno diviene possibilità di creazione immaginale, liberandosi dell’imperativo di dover essere oggetto consumistico per l’eccitazione sessuale. Le sue figurazioni desideranti di donne e di bambole ricercano Dioniso nei legami della Lussuria che diviene mistica d’amore”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*