Moonknight, la recensione egizia

Novità Marvel di Diney+

A quanto pare, l’avvio di nuovi supereroi sulla piattaforma della grande D, sarà gestito come test di gradimento. Se i riscontri saranno interessanti potrebbero portare il nuovo arrivato sul grande schermo. O, se preferite, anche sul piccolo schermo con grande minutaggio. Questo modo di intendere il rapporto tra film e serie on line potrebbe diventare un elemento strutturale. In questo caso, il percorso è stato inverso. Le riprese fatte per la realizzazione di un lungometraggio, si sono trasformate, pare, in una serie con le necessarie aggiunte di puntate cosiddette “filler” ovvero puntate allunga-brodo. L’abilità sta ne non farle sembrare troppo tali.

Il personaggio

Marc, che è anche Steven e chissà quanti altri, svolge, per quanto ne sappiamo l’onesto lavoro di mercenario. Le sue doti combattive sono notevoli ma non è questo a rendercelo interessante. Lo è piuttosto la sua personalità multipla unitamente al fatto che un dio egizio (Konshu) lo voglia come avatar. Se a questo uniamo il fatto che un ex- avatar passato alla concorrenza voglia sconvolgere il mondo depurandolo dai peccatori e una moglie dalle spiccate capacità delinquenziali, la storia si fa sapida.

Divinità e super

La china che pare aver preso l’universo Marvel è che, dopo aver forgiato l’idea del fattore X, voglia proseguire con il resuscitare tutte le antiche divinità. Risvegliarle e farle diventare parte del Marvel Cinematic Universe. Inizialmente aveva scomodato i miti norreni ed ora la vediamo all’opera con l’antico Egitto. La curiosità ci spinge ad immaginare un approdo sul monte Olimpo e, perchè no, una epopea cattolica fatta di santi e demoni.

I volti

Il volto originale spiazzante di Oscar Isaac (il protagonista) si accompagna a quello di Ethan Hawke (l’antagonista) promettono di rende l’esperienza di visione molto gustosa e intrigante. Molti sono u rumors tra cui una apparizione di Bruce Banner (Hulk) ma rimaniamo in attesa delle prossime puntate che vengono rilasciate settimanalmente.

 

Anche
Trailer

Altri articoli
Pedivella

FABIO FOLLA 110 Articoli
Illustratore, grafico, storyteller, sperimentatore del web, docente di Storia dell’Arte e Disegno, insegna inoltre alla Scuola di Arti applicate del Castello Sforzesco di Milano e tiene un corso di Computer Game all’Accademia di Brera. Ha esposto in varie collettive.