Autostrada Biennale 2021, Kosovo

Autostrada biennale Kosovo, locandina con sfondo rosso, il titolo "what if a journey" in caratteri maiuscoli stampati, in mezzo le date di apertura e chiusura e i luoghi.

Autostrada Biennale 2021, now in its third edition under the title WHAT IF A JOURNEY, has began on July 1st in Pristina, the capital of Kosovo. Other openings have been held in Prizren and in Peja (Peć). A large number of artists will involve visitors in a journey through art, pandemic, past and present. From Kosovo to the cities of the participants, Warsaw, Istanbul, Berlin, and back. The event will be available through September 11.

Flowers in Pristina

Pristina opened with the installation Sunflower Fields by the Hungarian artist Agnes Denes (1931, who lives in New York City), alongside with the work Forget me not by Petrit Halilaj (1986, Serbian from Kostërc, active between Pristina and Berlin) and by Alvaro Urbano‘s (1983, Spanish born in Madrid, who lives in Berlin). Forget me not installation is based on different kinds of flowers that cover the dome of the National Library in Kosovo. Each flower is a symbol linked to the history and life of the authors and acquires the value of a collective memory: a messenger of diversity, transformation, care against violence.

Denes and  the sunflower in the city

Agnes Denes, with Sunflower Fields confirms her idealistic vision about the relationship between man and nature. From his 1969 Manifesto up today, Denes faces issues of global interest by doing this she abandons her own “comfortable zone”. With her Fields, Denes brings nature to the city, makes experimental ecological interventions that are necessary for transforming society.

Sunflower, symbol, cure

Sunflower Fields installation derives from sunflower plant’s meaning. In fact, in ancient times it was cultivated by indigenous peoples and at a certain point arrived from the Balkan lands through Russia. Finally, it was the symbol of the territories of Kosovo when it belonged to the former Yugoslavia. The cultivation now has almost completely disappeared, despite being among the best treatments for the soil in rotation with other crops: an excellent contrast to cement desertification.

Wheatfield in Milan

Denes realised Wheatfield installation in Milan in 2015, given to the citizens a kind of countryside breath in the city: an expanse of wheat, on the occasion of the restoration of the Isola district.

https://autostradabiennale.org


Autostrada Biennale 2021, giunta alla terza edizione, dal titolo WHAT IF A JOURNEY, ha avuto inizio il primo di luglio a Pristina, capitale del Kosovo. Hanno fatto seguito altri momenti inaugurali a Prizren e a Peja (Peć) con una nutrita quantità di artisti. Un viaggio tra arte, pandemia, passato e presente, dal Kosovo fino alle città dei partecipanti, Varsavia, Istambul, Berlino, e ritorno. La Kermesse è visitabile fino all’11 settembre.

Fiori a Pristina

Pristina ha aperto con l’installazione Sunflower Fields dell’artista ungherese Agnes Denes (1931, vive a New York City), accompagnata dall’opera Forget me not a doppia firma di Petrit Halilaj (1986, serbo di Kostërc, attivo tra Pristina e Berlino) e Alvaro Urbano (1983, spagnolo nato a Madrid, vive a Berlino): una costellazione di fiori di varia natura che ricoprono la cupola della National Library of Kosovo. Ogni fiore è un simbolo legato alla storia e alla vita degli autori, acquista valore di memoria collettiva.

Denes e i campi di girasole in città

Sunflower Fields conferma la visione idealistica che ha l’autrice circa i rapporti fra uomo e natura. Una visione già presente nel suo Manifesto del 1969. Con questa sua visione, Denes tocca temi di interesse globale abbandonando la propria “zona comoda”. A questo modo porta la natura in città, confidando nella convivenza fra esseri, attraverso interventi ecologici sperimentali necessari per la trasformazione della società.

Girasole, simbolo, cura

Sunflower Fields trae origine dal significato della pianta del girasole: nell’antichità coltivata dalle popolazioni indigene, poi giunta nelle terre balcaniche attraverso la Russia, è stata il simbolo dei territori del Kosovo durante l’appartenenza all’ex Jugoslavia. Ma ora essa è quasi del tutto sparita, nonostante sia fra le migliori cure per il terreno in rotazione con altre: un ottimo contrasto alla desertificazione cementizia.

Il campo di grano a Milano

A Milano Denes ha portato l’installazione Wheatfield,  che nel 2015 ha regalato ai cittadini milanesi una ventata di campagna in città: una distesa di grano, in occasione della riqualificazione del quartiere Isola.

https://autostradabiennale.org

CHIARA CONSERVA 34 Articoli
Dopo la laurea in economia, ha lavorato nel settore bancario. È stata poi coinvolta nella realizzazione del progetto FYINpaper (del cui team direttivo fa parte), mossa dalla passione per i libri, il teatro, il cinema, e la musica, discipline su cui scrive.